Orecchiette con cime di rapa o cavolfiore?

Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Orecchiette, cavatelli, lagane, raganelle, troccoli, strascinati, fricelli, mignuicchie, fenesecche, ecc… le paste fatte a mano sono numerosissime. Un tempo era impensabile che una famiglia pugliese si approvvigionasse della pasta industriale, acquistandola.

Ogni tipo di pasta ha la sua fisionomia: le famosissime orecchiette si fanno con la forza del pollice, tanto da formare una conchiglia pronta ad accogliere il sugo. Gli strascinati sono rettangoli di pasta lavorati su un tavoliere speciale, ed hanno una faccia rugosa.

La pasta è sempre a base di semola di grano duro, callosa e robusta, dal sapore intenso. Il condimento tradizionale è il ragù di carne, ma gustosissime sono le varianti a base di: verdure, aromi, pesce, formaggi, ecc..
Pasta e cime di rapa, pasta e cavoli, pasta e fagioli, pasta e fagiolini, per citare alcuni degli abbinamenti più comuni.

Di seguito vi proponiamo due ricette prelibate:

Orecchiette con cime di rapa

Ingredienti per 4 persone: orecchiette 400 gr. – cime di rapa 400 gr. – olio d’oliva – pepe e sale q.b.

Lessare in acqua salata le cime di rapa e le orecchiette (regolarsi nel buttare prima le orecchiette e poi le cime di rapa, più rapide a cuocere). Una volte cotte scolarle e condire con abbondante olio crudo e pepe.

Orecchiette con cime di cola (cavolfiore) e lardo

Lessare in abbondante acqua salata il cavolfiore e quando sarà quasi cotto unire le orecchiette. Intanto tagliare a dadi il lardo, porlo in un tegamino su fuoco bassissimo; quando il lardo sarà diventato trasparente, levare il recipiente dal fuoco e condire la pasta e il cavolfiore, dopo averli ben scolati dall’acqua di cottura. Cospargere con abbondante pecorino e servire subito.


Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pubblicità