Minutolo: vitigno di Valle d’Itria

Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

È una varietà aromatica, a bacca bianca, coltivata in Puglia sin dal 1200. Per molto tempo si è creduto si trattasse di una sub-varietà di Fiano e per questo motivo i coltivatori pugliesi lo hanno denominato ora come Fiano aromatico, ora come Fianello e più recentemente come Fiano Minutolo.

Come altri antichi autoctoni pugliesi non molto produttivi (grappoli di piccole dimensioni e con chicci radi), era vicino all’estinzione quando nel 2000 alcuni lungimiranti produttori ed enologi avviarono una rigorosa selezione massale nelle vigne della Valle d’Itria dove il vitigno era, ed è ancora, più diffuso.

Nel 2001 si fece definitiva chiarezza e studi scientifici provarono che l’allora nominato Fiano Minutolo non aveva nulla a che vedere con il Fiano, bensì mostrava parentele con il Moscato bianco e il Moscato di Alessandria. A seguito di queste scoperte e, al fine di evitare inutili confusioni, si è deciso di utilizzare, come nome ufficiale per questa varietà, il termine Minutolo. È vinificato sempre più frequentemente in purezza per la produzione di vini secchi e aromatici o di vini spumante di qualità.

Il successo di questa varietà è dimostrata dalla continua crescita della superficie vitata ad essa dedicata.


Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pubblicità