Fave e cicorie

Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Parlare di legumi, nella terra dei trulli, significa parlare di fave. Pensiamo alle fave e cicorie, alla capriata (purè di fave mischiato alle cicorielle selvatiche), alle fave col guscio, alla minestra di fave fresche, ecc., tutte pietanze che necessitavano di un vero e proprio rito preparatorio.

 

Ingredienti:

-500g di fave

-1 spicchio di aglio

-2-3 foglie di alloro

-1/2 cipolla

-3-4 pomodori

-1 ciuffo di prezzemolo

-1 patata

-1 kg di cicorie selvatiche (già mondate)

-olio extravergine di oliva e sale q.b.

Preparazione:

Privare della scorza le fave messe a mollo la sera precedente e cuocerle in acqua salata (a fuoco lento e in pentola di coccio scoperta) con uno spicchio di aglio, 2-3 foglie di alloro, mezza cipolla, 3-4 pomodori, un ciuffetto di prezzemolo, una patata intera pelata. Una volta cotte, passarle al passaverdure. Lavare le cicorie più volte e lessarle in acqua salata. Accompagnare le fave ridotte in purea con le cicorie e servirle condite, al momento, con abbondante olio di oliva.


Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pubblicità