Castello Marchione, residenza nobiliare

Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Fra Conversano e Putignano, in una campagna di mandorli e ciliegi, risalta l’elegante Castello Marchione.

La pianta quadrata, le torri circolari ai quattro cantoni, il muro di cinta: tutto è in formato contenuto, impreziosito da ampie scalinate, balaustre scenografiche, balconate raffinate e porticati ad arco.

Si tratta di un casino di caccia, utilizzato dagli Acquaviva d’Aragona per soggiorni occasionali.

Se ne ignora, tuttavia, il nome dell’architetto e l’anno di costruzione, che potrebbe rientrare nella prima metà del XVIII secolo. In effetti, secondo alcuni atto notarili, nel 1721-1722 per il Castello Marchione sarebbero stati realizzati il perimetro murario, il portale d’ingresso al cortile con le due guardiole simmetriche, una chiesetta e un forno.

Il corpo principale del complesso prevede internamente un’ampia sala di rappresentanza e ambienti di gran pregio, distribuiti su tre livelli.


Condividi questa pagina!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pubblicità